Koninklijke Joh. Enschedé (Royal Jon. Enschedé) è una azienda Olandese che si occupa di documenti di sicurezza, di stampa valori bollati e zecca. Originariamente fondata nel 1703 da Izaak Enschedé un tipografo registrato presso la locale Gilda degli Stampatori di Haarlem. La fonderia caratteri ha però origine successivamente, nel 1743, dopo l’acquisizione della fonderia caratteri di Hendrik Wetstein, diventando sin da subito uno dei pilastri economici dell’azienda. Negli Stati Uniti i caratteri della Enschedé venivano distribuite dalla Continental Type.

Tra i caratteri prodotti dalla Koninklijke Joh. Enschedé ricordiamo:

  • Bravo (1939-56, Robert Harling, originariamente creato da Stephenson Blake e commercializzato sotto il nome di Chisel);
  • Cancelleresca Bastarda (1934, Jan van Krimpen);
  • Civilté (1958, Plantin, basato sul design del 1557 di Robert Granjon);
  • Didot Floriated Capitals (1820, Pierre Didot);
  • Emergo (1948-53, S. L. Hartz);
  • Fleischman (bastao sul design settecentesco di Joan Michael Fleischman);
  • Houtsneeletter (1927, A. van der Vossen);
  • Lutetia (1925, Jan van Krimpen);
  • Open Roman Capitals (1929, Jan van Krimpen);
  • Romanée (1928-49, Jan van Krimpen);
  • Romulus (1931, Jan van Krimpen);
  • Rosart (1759, J. F. Rosart);
  • Spectrum (1952, Jan van Krimpen);

Oltre ai caratteri originali, la Koninklijke Joh. Enschedé forniva anche caratteri di altre fonderie e persino caratteri fusi utilizzando matrici per monotype.